customer journey cos’è

Customer Journey: cos’è e perché è importante per le startup

Stai per aprire una startup o vorresti farlo? Allora, devi avere ben chiaro in mente come funziona il mercato, per capire come portare il tuo target ad acquistare.

Studiare la Customer Journey può esserti davvero d’aiuto, al fine di predisporre tutto il necessario per accompagnare un tuo possibile cliente dritto verso la conversione.

Quindi, la Customer Journey, cos’è? Letteralmente significa “viaggio del cliente” e serve a capire quali sono le abitudini dei consumatori, come si muovono, dove si informano e come prendono una decisione d’acquisto.

come creare una landing page

Come creare una Landing Page: come strutturarla e crearla velocemente con 8 tool

Hai finalmente aperto il tuo sito web, sito vetrina o e-commerce per la tua startup. E lo hai corredato di tutto il necessario per raccontare ciò che offri e raggiungere i tuoi obiettivi. Poi hai sentito parlare di alcuni tipi di pagine, parallele a quelle del sito web, pensate appositamente per vendere di più, per spingere l’utente alla conversione. E allora ti sei chiesto: come creare una Landing Page?

Come trovare clienti

Come trovare clienti per la tua startup: i 5 migliori canali di traction

Anche tu hai avviato la tua startup e sei approdato sul mercato, ma adesso non sai come trovare clienti?

Niente paura: ti trovi in fase di traction ed è del tutto normale preoccuparsi di aumentare il fatturato e voler crescere il più velocemente possibile.

Dai un’occhiata a questo video per capire se hai traction, poi continua a leggere per scoprire quali sono i 5 migliori canali di traction per ogni startup e come strutturare una strategia di crescita efficace.

Smoke test

Smoke Test: cos’è e come può aiutare la tua startup?

Lo smoke test in origine è un test usato dai programmatori informatici per valutare e trovare aspetti critici di un software, per capire se un dato programma è correttamente installato e funzionante e quindi può essere lanciato.

Nel caso delle startup lo smoke test assume più o meno lo stesso significato: si ha un programma, un’idea progettuale, ed è necessario testarla per captare la rispondenza che può avere nel mercato, per decidere successivamente se continuare e quindi concretizzarla, renderla effettiva oppure cambiarla.

strategia di marketing

5 cose che devi sapere prima di attuare una strategia di marketing

Hai avuto un’idea geniale e stai lavorando alla tua startup, per lanciare sul mercato il tuo prodotto o servizio? Sicuramente non vedi l’ora di mostrare a tutti il risultato del tuo duro lavoro, e aspetti con ansia i primi clienti.

Ma sai come trovarli? 

Non arrivare impreparato! Crea la tua strategia di marketing per far conoscere il tuo brand, illustrare il tuo prodotto o servizio e spiegare come può essere utile al tuo target.

Sembra semplice ma, in realtà, una strategia di marketing efficace è molto complessa sia da strutturare che da portare avanti.

Con i giusti accorgimenti, però, potrai ottenere ottimi risultati, e raggiungere gli obiettivi che ti sei prefissato.

Noi di Grownnectia possiamo aiutarti. Abbiamo studiato un servizio ad hoc per seguirti nella creazione della tua strategia di marketing, crescita e traction.

Cosa aspetti? Scopri tutto ciò che devi sapere per iniziare a pubblicizzare la tua startup.

buyer personas template

Il Buyer Personas template per conoscere i tuoi clienti

Sei sicuro di conoscere i tuoi clienti?

Il Buyer Personas template è uno strumento che può aiutarti davvero molto, soprattutto se sei in fase di validazione con la tua startup.

Deinire le tue Buyer Personas è indispensabile per capire se la tua idea di business risponde ad un bisogno del mercato e se vale la pena investirci tempo e denaro per svilupparla.

Non sai se la tua idea è valida o se è meglio pivotare verso altre soluzioni?

Puoi scoprirlo partecipando al PAY4GROWTH® VALIDATION! Il programma di incubazione totalmente online, rivolto  a 

ha un’idea di business e ha necessità di metodologie e strumenti per validarla.

Applica ora!

Continua a leggere se, invece, vuoi scoprire cos’è il Buyer Personas template e come creare il tuo.

trovare clienti sui social

Trovare clienti sui Social Network: 3 domande che ti devi fare

Hai avviato la tua azienda e vuoi trovare clienti sui Social Network? Oppure stai per lanciare la tua startup e ti stai organizzando su come intercettare il tuo target?

Allora non rischiare di perdere tempo e denaro concentrandoti su un social che non ti porterà i risultati sperati.

Vediamo insieme quali domande devi porti prima di aprire i tuoi profili social aziendali, con focus sul budget necessario.

Comprendi come spendere le tue energie e come prepararti al meglio a comunicare ed attirare i tuoi potenziali clienti.

creare una community

Ecco come creare una community online per la tua startup

Stai studiando il piano marketing per la tua startup? Non dimenticare di predisporre tutti gli aspetti necessari per creare una community online!

Se pensi che al tuo business non serva una community online, ti stai sbagliando.

Sempre più aziende creano e curano la propria community, perché può essere di supporto al brand, se gestita nel modo corretto.

In primo luogo, la presenza di una community online affiatata e fedele, influenza la percezione di chi ancora non conosce il tuo brand.

Inoltre, che tu sia d’accordo o meno, i tuoi clienti parleranno di te online. Perché, allora, non creare uno spazio a loro dedicato, dove poter interagire direttamente con la tua azienda?

Nel caso di commenti negativi, i tuoi clienti saranno portati a esprimere le loro lamentele direttamente a te, senza andare ad alimentare malcontenti in giro per il web.

Così, ti sarà più semplice rispondere, moderare e monitorare tutto ciò che viene detto sulla tua azienda, in modo da prendere spunto e migliorare gli aspetti più critici.

Un altro vantaggio di avere una community online è il fatto di poter veicolare messaggi specifici, ad utenti già interessati al tuo prodotto o servizio, o addirittura che sono già tuoi clienti.

Così, avrai un canale in più da inserire nella tua strategia di marketing cross-platform, per trasformare un semplice utente o fan, in cliente.

I vantaggi, che abbiamo appena visto, sono soltanto alcuni degli aspetti positivi del creare una community online e valgono per ogni azienda, anche per quelle già affermate sul mercato.

Per le startup, invece, è ancora più importante, perché permette di creare awareness verso il tuo brand e ti supporterà in ogni fase del tuo funnel marketing.

Creare una community online: focus su obiettivi e strategia

Naturalmente, il primo aspetto da analizzare a fondo per creare una community online per la tua startup, è quello degli obiettivi che vuoi raggiungere.

Ti aiuterà molto, mettere nero su bianco gli obiettivi che ti prefiggi e che sono strettamente legati al tuo business.

Pensa al mercato in cui stai per inserirti e decidi il tuo posizionamento. Potrai creare la tua community proprio intorno ai tuoi obiettivi. Ad esempio, potresti voler creare una community che diventi il punto di riferimento per tutti gli appassionati del tuo settore.

Passa poi a definire la strategia, cioè a come intercettare gli utenti che vorresti far entrare nella tua community online.

Studia i vari Social Media e definisci quelli più frequentati dal tuo target. Poi, verifica quali possibilità ti offre il singolo canale social.

Ad esempio, Facebook e Linkedin offrono l’opportunità di creare gruppi in cui gli utenti possono scambiarsi idee, opinioni ed interagire tra di loro.

Scopri cos’è la teoria del Golden Circle di Sinek,per aumentare il coinvolgimento emotivo.

Non dimenticare di prendere in considerazione anche i Social Media emergenti, come Telegram. Molto spesso, infatti, ci sono soluzioni pensate ad hoc per coinvolgere i membri del gruppo.

Definisci il team e crea una community online intorno al tuo brand

L’account che, su qualsiasi tipo di Social Media, va a creare il gruppo che ospiterà la community, è l’amministratore. Questa figura, può essere affiancata da altri amministratori che possano aiutarlo a moderare i commenti e i contenuti pubblicati.

Per questo, nel Social Media Marketing, è fondamentale scegliere la figura più adatta a dettare delle regole e a farle rispettare.

Il team dovrà quindi essere composto dal Community Manager, che gestirà e coordinerà ogni aspetto della community online, e che dovrà essere supportato da tutta una serie di figure.

In primo luogo, è necessario un Content Creator. Spesso, questa figura coincide con quella del Community Manager per una gestione ottimizzata della comunicazione.

È compito del Content Creator, coadiuvato dal resto del team ed in linea con il piano  marketing, stabilire un piano editoriale e preparare i contenuti per la pubblicazione.

A fianco di questa figura, si muove un creativo, un Graphic Designer, che possa creare immagini accattivanti in linea con gli argomenti trattati.

Sarà poi necessario accostare ai post organici, quelli a pagamento, per far crescere la community e pubblicizzarla. In questo, ti sarà utile affidarti ad un bravo Social Advertiser.

In ultimo, ma non per importanza, c’è l’Analista, cioè quella persona che si occupa di analizzare tutti i dati derivanti da questa attività di community management.

Potrà, quindi, verificare l’andamento della community ed evidenziare i punti di forza e le criticità, in base ai quali rimodulare la propria strategia.

Regolamento: non trascurarlo quando vai a creare una community online

L’Amministratore del Gruppo dovrà preoccuparsi di redigere e pubblicare un regolamento. Chiunque decida di entrare nel gruppo è tenuto a rispettarlo, pena l’esclusione dallo stesso.

Si tratta di un insieme di regole che possano facilitare la gestione dei contenuti e dei commenti, e che garantiscano il rispetto reciproco all’interno del gruppo.

Si tratta sia di regole dettate dal buon senso, che di regole riguardo ai contenuti che è possibile pubblicare.

Non è raro che, nei gruppi gestiti direttamente da un’azienda, sia vietato fare pubblicità ai competitor.

Valuta se questa opzione sia adatta al tuo caso o se preferisci lasciare una certa libertà ai membri della tua community.

In ogni caso, ricorda che una community online è fatta per lo scambio di opinioni e per rispettare questa sua natura sarebbe meglio non porre limiti al confronto.

Punta sull’originalità e rendi unica la tua community

Il segreto di una community florida e frequentata in serenità dai suoi membri, è la presenza di un buon regolamento e di contenuti utili ed unici.

Sfrutta questo spazio per divulgare notizie e parlare dell’unicità dei tuoi prodotti, sempre con un occhio attento ai bisogni degli utenti.

Ti servirà anche a capire quali sono i dubbi e le perplessità del tuo pubblico per poi lavorare sul prodotto e migliorarlo.

Studia attentamente la tua comunicazione in base al canale in cui decidi di operare e rimani sempre fedele al tuo stile e al tuo brand.

In questo modo, riuscirai facilmente a collocarti come un’allettante alternativa ai gruppi già presenti su quell’argomento, fino a creare una community online attiva e fedele al tuo brand.

 Vuoi un supporto per realizzare un’efficace strategia di marketing per la tua startup?